Creatività in trasformazione, al MAXXI di Roma

26 Novembre 2015


Armi che diventano scultura, boe gigantesche ancorate alle pareti e al soffitto, un labirinto verde – sospeso – fatto di 3000 scolapasta in plastica, un corridoio di palloncini colorati: sono questi alcuni ingredienti alla base di MAXXI – Transformers, lo speciale in onda domani sera in prima visione su Sky Arte HD, incentrato sulla straordinaria rassegna artistica ospitata dal museo romano fino al 28 marzo 2016.

Guidati dalle telecamere, potremo usufruire di un punto di vista privilegiato sulla mostra curata da Hou Hanru e Anne Palopoli nella cornice del MAXXI, incontrando i quattro “transformer” protagonisti dell’esposizione: Choi Jeong-hwa, Didier Fiuza Faustino, Martino Gamper e Pedro Reyes. Un poker di artisti eccezionale, che, giocando sul delicato confine tra arte e design, ci accompagnerà alla scoperta di una rassegna visionaria e stimolante, pensata per rispondere alle sempre più rapide trasformazioni della società contemporanea.

Attivando la partecipazione del pubblico, le opere in mostra rispecchiano il volere dei loro ideatori: generare una profonda riflessione sulle caratteristiche della realtà odierna, liberandola dal vincolo di definizioni univoche e abbattendo i limiti tra i differenti spunti interpretativi che essa stessa suggerisce. Proprio come accade per le discipline creative sperimentate dai quattro “transformer”, riuniti per l’occasione oltre qualsiasi limite di genere.