I Beatles prima dei Beatles

2 Luglio 2019


Chi erano i Beatles prima di diventare uno dei fenomeni musicali più dirompenti di sempre? Il documentario in onda su Sky Arte mercoledì 3 luglio tenterà di dare risposta a tale quesito, ripercorrendo le origini dei Fab Four.

Dai live iniziali scambiati per qualche birra alle prime scalate nelle classifiche nazionali, Beatles – Made in Liverpool, scritto e diretto da Alan Byron, ricostruisce gli esordi della band britannica nei cinque anni precedenti il successo di Please Please Me nel 1963. Amici d’infanzia e colleghi raccontano le tappe di una carriera avviata verso il successo in un momento in cui tutto era ancora possibile, rivelando una Liverpool ai margini della scena culturale ma ricca di vivacità artistica. Merito anche dei marinai che tornavano con le navi da New York carichi di dischi di Elvis Presley, Buddy Holly, Jerry Lee Lewis e molti altri.

Il tour manager e amico d’infanzia Tony Bramwell, Colin Hanton e Len Garry dei Quarrymen e Cynthia Lennon sono solo alcune delle voci che daranno vita a un racconto emozionante, nel quale convivono i ricordi dei primi concerti skiffle con strumenti fatti in casa, delle esibizioni al Casbah, quando i Beatles erano solo una terza scelta, dei live al Cavern e delle prime incisioni in studio, fino all’allontanamento del loro primo batterista Pete Best e all’ingresso di Ringo Starr.

Il documentario narra la storia di un nuovo linguaggio e di nuovi stili di vita: una rivoluzione in cui le masse si riconobbero e nella quale i Beatles giocarono un ruolo chiave, sostenendo che fare la musica giusta fosse più importante dell’essere bravi musicisti.