La musica di Buddy Holly

4 Agosto 2020

BUDDY HOLLY

Grazie a Buddy Holly la scena della musica rock si è arricchita di un tassello fondamentale. A partire dalla fine degli anni Cinquanta, il musicista si impose sulle scene internazionali con hit come That’ll be the Day, Everyday e Peggy Sue.

Holly fece la sua seconda apparizione sul palcoscenico dell’Ed Sullivan Show a gennaio del 1958 e subito dopo diede il via al tour in Australia e in Inghilterra. All’inizio del 1959 creò una nuova band e partì per un tour nel Midwest degli Stati Uniti; dopo lo show di Clear Lake, nell’Iowa, salì su un aereo in direzione di Moorhead, in Minnesota, dove avrebbe dovuto esibirsi.

Poco dopo il decollo, l’aereo precipitò, causando la morte di Holly, Ritchie Valens e The Big Bopper, in una tragedia ribattezzata da Don McLean “il giorno in cui la musica morì”. L’intera vicenda sarà descritta nell’episodio della serie L’ultimo giorno da rockstar in onda su Sky Arte mercoledì 5 agosto.


TAG >