Milano, la seconda casa di Roberto Bolle

5 Aprile 2019


Stavolta fa tappa a Milano il viaggio di Roberto Bolle, mente e protagonista del documentario in quattro puntate Questa notte mi ha aperto gli occhi, in onda su Sky Arte.

L’episodio di sabato 6 aprile inizia con le prove di Roberto Bolle per La dama delle camelie al Teatro alla Scala di Milano. Dopo gli allenamenti, Roberto prova un passo a due con Svetlana Zakharova, una delle sue partner preferite, stella del Teatro Bol’šoj di Mosca. I due riflettono insieme sull’impatto che la danza ha avuto sulle loro vite, spiegando come li ha cambiati e formati a livello personale.

Roberto passeggia di notte per la città, prima di incontrare Michele Serra, giornalista e scrittore che conosce Milano profondamente. È tempo di bilanci, di ripensare al passato e guardare al futuro, a come i cambiamenti influiscano sull’arte e sul racconto. Tradizione e contemporaneità, nelle sale del Teatro alla Scala.

Dalle parole di Bolle emerge l’importanza del dialogo e dello scambio per la sua idea di danza: “L’incontro con gli altri artisti è importante come arricchimento personale. Assorbo energie, profondità, vibrazioni. Porto in palcoscenico la somma di tutto questo. Il mio modo di ballare deriva da tutte le esperienze vissute”.