John Lennon, tra musica e impegno civile

7 Dicembre 2015

John Lennon e Yoko Ono nel corso di una protesta di piazza nel febbraio del 1972, per lo sgombero delle truppe britanniche dall'Irlanda del Nord (AP Photo/Ron Frehm)

Il suo nome è entrato nella storia contemporanea non solo come membro di una delle band più famose al mondo, ma anche come voce solista e attivo sostenitore delle cause civili. A distanza di quasi trentacinque anni dalla sua tragica morte, il protagonista della Lennon Night in onda stasera su Sky Arte HD resta un punto di riferimento per intere generazioni di fan.

La serata in compagnia del leggendario ex Beatle alzerà il sipario sulla carriera individuale di John Lennon in seguito allo scioglimento dei Fab Four, nel 1970. La nuova fase dell’esistenza del musicista britannico coincise con una decisione radicale, presa insieme alla moglie Yoko Ono: dare nuovo impulso a vita privata e percorso artistico negli Stati Uniti, eleggendo la Grande Mela a propria nuova patria.
Per quanto drastico, il cambiamento messo in atto da Lennon fu il risultato di una scelta consapevole, come ci racconta Michael Epstein nel suo LennoNYC, il documentario incentrato sugli anni newyorkesi del cantante. La narrazione farà tesoro del contributo – e dei preziosi ricordi – di chi all’epoca ha vissuto e lavorato a stretto contatto con l’artista, partendo da Elton John e arrivando alla stessa Yoko Ono.

Il rapporto tra l’ex Beatle e gli Stati Uniti, tuttavia, non fu sempre idilliaco. U.S.A. contro John Lennon è la ricostruzione per immagini, firmata da David Leaf e John Scheinfeld, della lunga e controversa battaglia che ha visto Lennon confrontarsi duramente con l’establishment americano. Esclusivi filmati d’epoca e interviste ai testimoni contribuiranno a delineare il progressivo impegno dell’artista come sostenitore del pacifismo durante la Guerra del Vietnam, dalle prime battaglie fino ai leggendari Bed-in. Una sfida al Sistema senza esclusione di colpi, condotta da Lennon nonostante le avversità.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #LennonNight.