David Bowie e Marilyn Monroe

7 Febbraio 2019


Le leggende metropolitane legate ai grandi artisti tornano su Sky Arte con due nuovi episodi della serie Urban Myths, in onda venerdì 8 febbraio.

La prima puntata, dal titolo Quando Bowie incontrò Bolan, ripercorre l’amicizia fra i giovani David Jones e Mark Feld, prima che il mondo imparasse a identificarli come le icone del rock Bowie e Bolan. Seguiti dal medesimo manager, il carismatico Les Conn, David e Mark furono invitati da quest’ultimo a presentarsi in un piccolo ufficio di Denmark Street, a Londra, nel giugno 1964. Il manager fornì loro pittura e pennelli, incaricandoli di dipingere la stanza, così da essere ripagato della fiducia nutrita nei loro confronti, nonostante lo scarsissimo successo dei primi concerti. Rientrato in ufficio alla fine della giornata, Conn trovò il lavoro incompiuto: i due avevano trascorso il pomeriggio in Carnaby Street, fra negozi di abiti usati. Fu allora che nacque una solida amicizia, conclusasi nel 1977 con la tragica morte di Mark Bolan.

L’episodio successivo, intitolato Marilyn Monroe & Billy Wilder “Sono io, Zucchero”, catapulterà il pubblico sul set di Some Like It Hot, una delle commedie più acclamate nella storia del cinema. Diretta da Billy Wilder, la pellicola prevedeva una battuta entrata nella storia della settima arte, pronunciata da Marilyn bussando alla porta di una stanza d’albergo, “Sono io, Zucchero”. La scena fu girata 47 volte prima che l’attrice la pronunciasse nella maniera corretta, a riprova di quanto potesse essere imprevedibile la vita sul set in compagnia della Monroe.