Notte all’Opera. Con i Queen

20 Maggio 2015

I Queen a Les Ambassadeurs nel settembre del 1976 (Photo by Ian Tyas/Keystone/Getty Images)

Era il 1975, quando i Queen misero a segno un altro “colpo” con la pubblicazione del loro quarto album, già considerato un classico a distanza di 40 anni. Ed è sacrosanto che sia così, dal momento che A Night At The Opera è il disco in cui sono raccolte gemme indimenticabili di quel brillante mix – tra hard rock, opera, folk – che è il marchio distintivo della musica di Freddie Mercury e compagni.

La nostra Queen Night ha inizio proprio da questo caposaldo della storia internazionale: in Queen – A night at the opera scopriremo i retroscena della creazione del famoso album e di alcuni dei più celebri brani della band, a cominciare da Bohemian Rhapsody. Scopriremo, per esempio, che per registrare soltanto questo singolo, il gruppo si prese tre settimane di lavorazione: lo stesso tempo utilizzato in media, all’epoca, per incidere un intero disco.
Gli sforzi dei Queen furono premiati immediatamente da pubblico e critica, che accolsero la pubblicazione dell’album – il 21 novembre – come un punto di svolta, per la carriera della band e la musica rock in generale.

A seguire, saremo testimoni di un altro dei massimi vertici raggiunti dai Queen nel corso della loro storia. La magnetica presenza scenica di Freddie Mercury e gli inarrivabili virtuosismi della chitarra di Brian May, il martello ritmico della batteria di Roger Taylor e le raffinate linee di basso disegnate da John Deacon: nel Live a Montreal, il gruppo si esprime al massimo delle sue possibilità, incantando un pubblico in visibilio. Grazie a una scaletta che si apre con la trascinante We will rock you e si chiude con l’inno We are the champions.

Seguite e commentate sui social network la nostra entuasiasmante serata attraverso l’hashtag #QueenNight.