Ritratto di Ronnie. Il Peter Pan dell’arte

2 Dicembre 2013


La faccia da eterno ragazzo, gli occhi guizzanti di chi sa farsi trasportare dall’emozione della fantasia. Lo stile unico e inconfondibile di un artista in grado di scovare incredibili profondità nella quotidianità apparentemente più innocua e leggera, caricando l’immaginario proprio dell’infanzia di nuovi significati narrativi. Ronnie Cutrone è stato tra i più gioiosi e colorati protagonisti della Factory di Andy Warhol: a pochi mesi dalla sua improvvisa scomparsa, Sky Arte HD lo ricorda con un ritratto intenso ed emozionato.

Nel corso di una lunga intervista, una delle ultime rilasciate dall’artista, Cutrone apre le porte del suo fantastico immaginario: un universo popolato di personaggi disneyani ed eroi griffati Hanna & Barbera, ridisegnati e rivisitati in salsa pop, assunti a modello visuale di una società che elegge nuovi eroi e scrive nuovi miti. Il linguaggio del fumetto diventa, grazie all’istinto di Cutrone, medium privilegiato per raccontare un mondo in vertiginosa trasformazione.

Nelle parole di Ronnie c’è la devozione per Warhol, che accogliendolo nella Factory gli apre le porte di una pazzesca Isola Che Non C’è : popolata di personaggi affascinanti e insieme pericolosi, compagni di esperienze sempre al limite. Gli eccessi e le follie di quell’ambiente straordinario esercitano un’attrattiva dalla quale è difficile non farsi sedurre; ma non passa molto che Cutrone sceglie di smarcarsi, raccogliere le esperienze maturate in quel contesto e rielaborarle in modo intimo e originale.

È fuori dall’orbita del proprio mentore che l’artista raccoglie il meritato successo. Diventando una star planetaria, influenzando la seconda stagione di una Pop Art rivitalizzata e rinfrescata grazie alla sua eccezionale potenza espressiva. Le intuizioni di Lichtenstein e dello stesso Warhol, la riflessione sul linguaggio di un cartoon elevato a codice narrativo davvero trasversale, assume valori rinnovati. Destinati a dare nuova linfa a una parabola creativa leggendaria.

La curiosità – Cutrone non è certo uno tra i cognomi tipici e più diffusi di Manhattan! Ronnie, nato a New York nel 1948, è di chiare ascendenze italiane: nel 2000 riceve non a caso la cittadinanza onoraria del paese irpino di San Martino Valle Caudina, terra di origine dei suoi avi.