La voce e l’anima degli Skunk Anansie

15 Settembre 2015

Skunk Anansie

Chi segue il mondo del rock lo sa bene: gli Skunk Anansie, dal vivo, sono una forza della natura. Sfoderano performance tiratissime, muscolari; trascinati dalla ineguagliabile capacità che Skin ha di tenere la scena, graffiare e ammaliare con la sua voce straordinaria.

La serata che Sky Arte HD dedica all’iconica leader degli Skunk Anansie – nonché nuovo giudice di X Factor, la cui nona stagione ha avuto inizio lo scorso giovedì – si apre appunto con un eccezionale concerto, che vede la band esibirsi live all’EUROCKÉENNES FESTIVAL di Belfort, in Francia.
Per la gioia di un pubblico in visibilio, Skin riproporrà I più grandi successi del gruppo, da I will break you alla classica Hedonism. Just because it feels good… fino a concedersi all’abbraccio dei fan con tutta se stessa, immergendosi nella platea per godersi un – letterale – bagno di folla.

Per rimetterci dall’impresa titanica di tenere testa a Skin e compagni per tutto un concerto ad alto tasso di adrenalina, in seconda serata scopriremo invece un lato più riflessivo e intimista degli Skunk Anansie. Non ci sono amplificatori colossali, né chilometriche pedaliere cariche di effetti e colori alla Belgravia Cadogan Hall di Londra. È come se nella sede della prestigiosa Royal Philharmonic Orchestra avessero improvvisamente staccato la corrente: sul palco la magia di un set acustico che sa tessere trame di incredibile empatia.

L’Acoustic Live in London che fonde sapientemente i grandi successi di ieri e i brani degli album più recenti; a ricostruire un’avventura musicale che Skin conduce da quasi vent’anni, pur restando la flessuosa, energica e inarrestabile rocker degli esordi.

Commentate sui social network la serata rock utilizzando l’hashtag #SkinNight.