Ingresso Libero. I grandi Maestri della pittura. Io, Leonardo

27 Marzo 2020

Ultima Cena (Cenacolo vinciano). 1494-1498

PER VEDERE LO STREAMING CLICCA QUI 

Chiama in causa i “pilastri” della pittura la programmazione in streaming di sabato 28 marzo, offerta a tutti e in maniera gratuita da Sky Arte.

L’episodio della serie Musei approfondisce le vicende del Complesso Monumentale della Pilotta di Parma, un vero e proprio museo enciclopedico che racchiude, nella Galleria Nazionale, tesori universali, dai dipinti dei grandi parmensi come Correggio e Parmigianino fino a Murillo, Ribera e Leonardo da Vinci, autore della Scapiliata, la celeberrima opera che rappresenta il fiore all’occhiello della collezione.

Il genio indiscusso del Rinascimento è anche il protagonista di Io, Leonardo, il documentario diretto da Jesus Garces Lambert e incentrato sulla vita dell’artista-scienziato. È Luca Argentero a vestire i panni del Maestro, affiancato da Angela Fontana nel ruolo di Cecilia Gallerani e da Massimo De Lorenzo che interpreta Ludovico il Moro. La voce narrante è invece di Francesco Pannofino.

Se si parla di Leonardo è impossibile non guardare a Milano e al Cenacolo, narrato dall’episodio della serie Sette Meraviglie. Capolavoro realizzato dal maestro toscano nella chiesa di Santa Maria delle Grazie, il Cenacolo ha subito un importante intervento di conservazione e valorizzazione, grazie anche a un innovativo sistema di illuminazione, che rende la visita all’opera di Leonardo un’esperienza davvero emozionante.

Si ispira invece alla mostra fiorentina andata in scena a Palazzo Strozzi e al Museo del Bargello Leonardo e Verrocchio, il documentario che fa luce sul rapporto tra Andrea del Verrocchio e l’allievo Leonardo da Vinci: dall’apprendistato del giovane Leonardo al debito artistico che lo lega al suo mentore. L’intera vicenda ebbe inizio nella bottega del Verrocchio, che, dal 1460 al 1490, accolse Perugino, Ghirlandaio, Lorenzo di Credi, e appunto Leonardo da Vinci, per il quale l’esperienza presso il Verrocchio fu determinante.

Anche un altro grande nome dell’arte a cavallo tra Quattrocento e Cinquecento animerà il palinsesto di sabato, Raffaello – Il principe delle arti. Il film regala preziose digressioni affidate a celebri storici dell’arte e raffinate ricostruzioni storiche, il tutto reso possibile dalle più evolute tecniche di ripresa cinematografica.

A prestare il volto a Raffaello Sanzio durante le ricostruzioni storiche è l’attore e regista Flavio Parenti, mentre la Fornarina, la donna amata dall’artista, sarà interpretata da Angela Curri. Enrico Lo Verso vestirà i panni di Giovanni Santi e Marco Cocci quelli di Pietro Bembo.