Sulle tracce della civiltà egizia

31 Maggio 2016

Tesori dell'Antico Egitto

Non solo piramidi, lusso e ricchezza. La civiltà degli antichi Egizi racchiude innumerevoli aspetti e vicende, che molto hanno a che fare con la politica, il potere, la religione e la morte. Sarà il critico d’arte Alastair Sooke a guidarci alla scoperta de I Tesori dell’Antico Egitto in una miniserie a puntate che illustrerà la lunga storia di una civiltà millenaria, protagonista della Notte delle Piramidi, in onda stasera su Sky Arte HD.

Nel corso del primo episodio – La Nascita dell’Arte – Sooke evocherà la magnificenza creativa dell’Antico Egitto analizzando trenta capolavori artistici. Sulle tracce di uno stile unico al mondo, il critico attraverserà il Sahara e seguirà il corso del Nilo, alla ricerca di manufatti antichissimi e delle basi di una tecnica messa in pratica tuttora dagli artigiani contemporanei.

L’indagine sulle meraviglie artistiche della civiltà egiziana condurrà Sooke nel cuore dell’Età dell’Oro, il periodo di massimo splendore e opulenza. Oltre al ritratto del sovrano tiranno Senwosret III e alla maschera d’oro di Tutankhamon, ammireremo una serie di architetture eccezionali e visiteremo una città perduta, luogo d’origine della più grande rivoluzione artistica nella storia dell’Egitto durante il regno di Akhenaton e Nefertiti.

La terza e ultima puntata della serie, intitolata Un nuovo inizio, racconterà il declino della civiltà egizia da un punto di vista affascinante. Nonostante le vicissitudini politiche, la fine del dominio egiziano fu caratterizzata da una grande vitalità artistica, complice l’influenza dei popoli invasori, dai Nubiani ad Alessandro Magno. Un’arte ibrida e vivace, che non smette di riecheggiare nel presente.

Commentate sui social network la speciale serata utilizzando l’hashtag #NotteDellePiramidi.