Una giornata per Madre Terra

22 aprile 2013


È il 22 aprile 1970. Sconvolto dagli esiti disastrosi dell’incidente che al largo delle coste di Santa Barbara ha coinvolto un pozzo della Union Oil, con un’onda di greggio che devasta lo splendido litorale della California, il senatore Gaylord Nelson scende in campo. Dando vita ad una mobilitazione generale in difesa dell’ambiente che riesce a coinvolgere, in iniziative tra le più disparate, oltre 20milioni di americani. Prende vita l’Earth Day.

Un evento che si ripete con successo ogni anno, coinvolgendo un numero sempre crescente di persone nel mondo. Un appuntamento che, anche nel 2013, viene felicemente abbracciato da Sky: la giornata del 22 aprile è consacrata ad un omaggio alla Terra e al suo ambiente, con una programmazione speciale che, da Sky Uno fino a Sky Sport, racconta storie di ordinario coraggio. Incontrando donne e uomini che contribuiscono, ogni giorno, a dare una mano al pianeta.

Alle 23.00 scocca, su Sky Arte HD, l’ora dell’Ultima chiamata per il pianeta Terra, documentario con cui si affronta il tema della sostenibilità dell’architettura di oggi. Dalla Finlandia al Brasile ecco decine di progetti a misura di ambiente, con soluzioni che grazie alle più moderne tecnologie permettono di ridurre l’impatto altrimenti devastante dell’edilizia sulla natura; nelle parole di archistar come Massimiliano Fuksas e Kengo Kuma il segno di una rinnovata sensibilità progettuale.

In fase di produzione, intanto, PienadiRane, il documentario che racconta la performance messa in atto alla Darsena di Milano dal collettivo Cracking Art Group. Nei giorni del Fuorisalone, consacrati al design e alla creatività, il gruppo di artisti ha liberato nelle acque del Naviglio Grande una miriade di piccole rane galleggianti in plastica riciclata: una gioiosa invasione colorata, con le piccole opere in vendita per raccogliere fondi in favore dei progetti di recupero dell’area.