Valentino, lo stilista amante della bellezza

14 Agosto 2015

Lo stilista Valentino nel 2000

Tra i tanti numi tutelari dell’alta moda internazionale, soltanto uno è stato definito “l’ultimo imperatore” da un docu-film dedicatogli. Il suo atelier si trova proprio a Roma, certo, ma soprattutto è stato capace per tutto il secondo Novecento di farsi portatore dei valori di un Bello senza tempo, nell’alta moda come nella vita privata. Con un gusto classico, scelte di carattere e suprema eleganza assieme, che fanno di lui un vero e proprio leader in fatto di estetica contemporanea.
La serie Discovering Fashion, in prima visione ogni lunedì su Sky Arte HD, non poteva insomma trascurare Valentino, il primo vero ambasciatore del made in Italy nel mondo.

A partire dal 1959, anno in cui Valentino apre la sua sartoria in via Condotti a Roma, in prima serata ripercorreremo le tappe salienti di una carriera che non ha conosciuto neppure un cedimento. Se già nel 1962 Valentino trionfa al Pitti Moda di Firenze – e quindi si affaccia sul panorama internazionale – gli bastano appena 5 anni per ricevere il premio Neiman Marcus, l’Oscar della moda.
In 45 anni di intensa attività creativa, Valentino vestirà le donne più famose del mondo, mentre il suo iconico monogramma andrà comparendo nelle strade più belle delle grandi metropoli, da Ginevra a Tokyo.

Il marchio Valentino è andato significando sempre più un connubio esemplare tra una qualità di tradizione artigiana e la spinta all’innovazione da parte del suo creatore. Facendosi strada non soltanto sulle passerelle di Parigi e New York, ma nello stesso immaginario collettivo: impossibile non associare a Valentino quel particolare rosso da lui creato, com’è accaduto nella migliore tradizione pittorica italiana sin da Tiziano e Veronese: anche Valentino Garavani può essere definito un artista, nel senso più alto e completo del termine.

Commentate sui social network lo speciale appuntamento grazie all’hashtag #ValentinoNight.