Van Gogh, dietro le quinte

29 Luglio 2015

Vincent Van Gogh, (particolare) Notte stellata, 1889

L’intera Europa è attraversata quest’anno da un’ondata di celebrazioni per un anniversario fondamentale nella storia dell’arte moderna, il centoventicinquesimo anno della morte di Vincent Van Gogh. Identificato dal grande pubblico come l’artista per antonomasia, Van Gogh fu protagonista di un’esistenza tormentata, che trovò nell’arte il mezzo per sublimare un’energia prorompente, dettata per lo più da una sensibilità inquieta.

Tra le tante iniziative in corso per omaggiare l’eredità artistica e spirituale del grande pittore olandese, anche Sky Arte HD vuole ripercorrere vita e poetica di Van Gogh con un film avvincente, che guarda oltre l’ormai usurata nomea di pittore maledetto attribuita all’artista dai suoi contemporanei e dalle epoche successive. Dietro l’artista – Van Gogh pittore assoluto, in onda stasera alle 19:00, è un’emozionante viaggio alla scoperta di un genio della creatività, oltre i confini degli stereotipi.

Come è riuscito Vincent, figlio della borghesia olandese, a diventare il Maestro Van Gogh? Perché ha atteso gli ultimi due anni della sua esistenza per apporre il proprio vero nome ai suoi più grandi capolavori? La pellicola in programma stasera getta nuova luce su un affascinante processo che ha visto l’artista affrontare dubbi e ripensamenti, fallire ed esitare, prima di portare all’apice il proprio inimitabile stile pittorico.

Ad aiutarlo nel prendere fiducia nelle proprie capacità, le tante fonti di ispirazione di cui Van Gogh si è circondato e che il documentario analizza una a una: da Rembrandt a Millet, passando per gli Impressionisti francesi e i maestri delle stampe giapponesi. Il ritratto che ne risulta è quello, complesso e intrigante, di un artista straordinario, capace di superare i propri limiti umani grazie ad un incredibile talento.