Vietato vietare! La trasgressione al cinema

4 Dicembre 2013


Sesso, violenza, esoterismo; piacere, orrore e trasgressione. Temi caldi, temi forti: materia per sonnambuli impenitenti e libertini vari, lato oscuro di una società da indagare sottovoce, di soppiatto. E condividere nel buio di cinema di quart’ordine, a orari per i più improponibili. Sky Arte HD dedica un’intera serata all’altro cinema: quello nudo e crudo che a partire dagli Anni Settanta ha scelto, seguendo linguaggi diversi e disparati, di muoversi nel sottobosco dell’underground.

Si parte con la carrellata di Midnight Movies, documentario che rivive l’uscita nelle sale di sei film prodotti quasi in sordina. Ma cresciuti fino a trasformarsi in fenomeno di massa, riscrivendo canoni estetici e narrativi. Si passa dallo stralunato western sciamanico di Alejandro Jodorowsky, El Topo , e si arriva all’iconico The Rocky Horror Picture Show ; passando per il terrificante Eraserhead  e il visionario Pink Flamingos .

Si passa poi alla conturbante era dei pionieri del porno-chic, con il docu-film che celebra una pellicola in grado di cambiare per sempre il modo di esibire e intendere l’erotismo. Forte di un successo tale da spingere, anche in Italia, all’apertura dei cinema a luci rosse. Con Inside Gola profonda si torna al 1972 e alla rivoluzione sessuale scaturita dal leggendario film di Gerard Damiano: ripercorrendo polemiche e dibattiti dell’epoca, si ricostruisce una pagina fondamentale per la recente storia del costume.

In chiusura il ritratto di uno tra i maestri più significativi del cinema Anni Sessanta, figura poco nota al grande pubblico ma capace di suggestionare l’immaginario di intere generazioni di artisti. Nasce giornalista, si nutre di gossip e cronaca; si muove sul set in veste di attore, ma viene giustamente ricordato, più che altro, come regista: Gualtiero Jacopetti confeziona con il suo Mondo Cane  un’enciclopedia visuale del bizzarro. Violando ogni genere di tabù.   

La curiosità – Per realizzarlo sono stati impiegati appena 25mila dollari. Nel corso degli anni ne ha incassati oltre 100 milioni: Gola profonda  è tra i più grandi successi commerciali della storia del cinema. Peccato che il suo ideatore, Gerard Damiano, non abbia potuto godere del tutto dei frutti del proprio lavoro. Benché per contratto detenesse un terzo dei proventi della pellicola dovette accettare l’estorsione da parte della famiglia mafiosa dei Peraino, affiliata ai Colombo, tra i primi finanziatori del film. Liquidando la propria quota in cambio di una cifra pari all’investimento iniziale.