Il fumetto su Hedy Lamarr, l’attrice di Hollywood che inventò il Wi-Fi

26 giugno 2020

Hedy Lamarr la donna più straordinaria del mondo di William Roy Sylvain Dorange BD Edizioni 2020

Quando vedono il mio bel faccino, le persone credono che sia stupida. Devo darmi da fare il doppio degli altri per dimostrare che anch’io ho un cervello!”. A pronunciare queste parole è Hedy Lamarr, la celebre attrice della Hollywood anni Trenta, protagonista dell’ultimo volume a fumetti pubblicato da Edizioni BD (nell’immagine in apertura: un dettaglio della copertina).

Scritto e disegnato a quattro mani da William Roy e Sylvain Dorange, il libro – dal titolo Hedy Lamarr, la donna più straordinaria del mondo – è un biographic novel dedicato alla carriera cinematografica dell’artista, ma soprattutto agli aspetti meno noti della sua vita sopra gli schemi.

UN’ATTRICE COL “VIZIO” DELLA SCOPERTA

Nonostante la fama di Lamarr sia infatti circoscritta al campo dell’industria filmica – nella quale pure dovette lottare contro gli stereotipi sessisti per raggiungere il riconoscimento –, la storia dell’attrice si intrecciò non poco al mondo della scienza e delle tecnologie, con invenzioni rivoluzionarie negli ambiti della meccanica e delle comunicazioni. Una su tutte? Il Frequency Hopping Spread Spectrum, creato per contrastare i segnali trasmessi dai nazisti durante la Seconda guerra mondiale, e alla base della tecnologia Wi-Fi di oggi.

Traguardi ingegneristici e successi artistici si mescolano in egual misura nella vita della protagonista. Eppure, a echeggiare sullo sfondo, è la fama compromessa di un’attrice scandalosa, “mangia uomini”, troppo bella per essere intelligente. Un ritratto brillante di una donna incredibile che, dentro e fuori dallo schermo, dovette combattere non poco per far valere la propria autonomia.