Tutti pazzi per Raffaello: la vita del “divin pittore” diventa un fumetto

4 giugno 2020

Ernesto Anderle, Raffaello, dettaglio della copertina

Non si può certo dire che Ernesto Anderle manchi di continuità. Dopo la biografia disegnata di Vincent van Gogh e i racconti illustrati dedicati alle canzoni di Fabrizio De André e del rapper Murubut, l’illustratore trentino torna con un nuovo volume: il quarto “sfornato” nel giro di un anno di attività. Si tratta di Raffaello, il graphic novel che ripercorre la vita, i capolavori e il lascito artistico del grande maestro del Rinascimento italiano (nell’immagine in apertura un dettaglio della copertina).

Realizzato insieme alla storica dell’arte Chiara Stigliani, il volume riassume a grandi linee i passaggi cruciali della carriera dell’urbinate, offrendoli al lettore con estrema sintesi e chiarezza: dall’apprendistato nella bottega del Perugino agli incontri con Michelangelo e Leonardo da Vinci, dal trasferimento a Roma per volere di papa Giulio II al grande incarico delle Stanze Vaticane.

LA STORIA DI RAFFAELLO

Ognuno degli episodi – illustrato dalle matite colorate di Anderle – è inoltre intervallato da estratti degli scritti di Giorgio Vasari e dal carteggio dello stesso pittore marchigiano: soluzioni, queste ultime, che contribuiscono al valore storiografico della narrazione, rendendo il libro un ottimo compendio soprattutto per i più giovani e per i lettori meno esperti.

Pubblicato dalla casa editrice BeccoGiallo (non nuova a fumetti a tema artistico), il libro è solo l’ultimo degli omaggi a Raffaello previsti per l’intero 2020, anno che celebra il cinquecentenario della scomparsa dell’artista. Uno fra tutti? Naturalmente la grande mostra alle Scuderie del Quirinale di Roma, evento clou dell’intero programma approvato dal Comitato Nazionale per le celebrazioni dell’anniversario.