Genova rende omaggio a uno dei personaggi più iconici del mondo del fumetto contemporaneo: Corto Maltese, il celebre marinaio creato dal geniale Hugo Pratt, entrambi protagonisti della mostra in arrivo a Palazzo Ducale.

Simbolo universale di libertà e intraprendenza, il personaggio fantastico di Corto Maltese è oramai entrato a pieno titolo nell’immaginario collettivo. Ideato nel 1967 dal grande illustratore Hugo Pratt, il celebre lupo di mare è riuscito a diventare una vera e propria icona del fumetto, catapultando i propri lettori verso terre esotiche e avventure incredibili. Ed è proprio con questo stesso spirito che domani, 14 ottobre, il Palazzo Ducale di Genova inaugurerà un’importante mostra intitolata al “papà” del famoso marinaio, le cui origini affondano le radici nel capoluogo ligure. LA MOSTRA SU HUGO PRATT A GENOVA Grazie a una selezione di circa 200 opere originali, tra tavole e acquerelli, la mostra Hugo Pratt. Da Genova ai Mari del Sud inviterà lo spettatore a perdersi nel meraviglioso “mondo Pratt”: una dimensione fatta di paesaggi incantevoli, di popoli misteriosi e di storie mozzafiato. Allestita nel Sottoporticato, la rassegna, a cura di Patrizia Zanotti, sarà visitabile fino al 20 marzo 2022 e si snoderà lungo sei sezioni.  Intitolata Sala Kirk – in onore della storica rivista italiana che, per prima, pubblicò le strisce di Pratt –, la stanza che dà il via all’itinerario espositivo ripercorre la carriera dell’artista partendo dal suo incontro con Genova e con l’editore Florenzo Ivaldi: uno spazio unico nel quale sarà possibile ammirare anche alcune foto che Elisabetta Catalano scattò all’illustratore, impegnato a tratteggiare la figura di Corto Maltese. Dalla seconda sezione in poi si entrerà nel vivo della poetica prattiana, scoprendo tanto i riferimenti letterari che hanno influenzato l’autore quanto una serie di tavole realizzate durante la sua lunga permanenza in Argentina. E poi ancora: il legame con Venezia, le sorprendenti opere dedicate agli indiani del Nord America del XVIII secolo e un omaggio all’Africa, luogo chiave per l’adolescenza di Hugo Pratt. Senza dimenticare, ovviamente, la sezione dedicata a Corto Maltese e al suo piglio avventuroso. IL CATALOGO DELLA MOSTRA A dare continuità e coerenza all’intero progetto è il catalogo della mostra. Realizzata con le sembianze di un immaginario nuovo numero di Sgt. Kirk, la speciale pubblicazione contiene una storia inedita per il pubblico europeo, La giustizia di Wahtee, pubblicata nel maggio del 1955 su Super Misterix.[Immagine in apertura: Corto Maltese in Africa © 1987 Cong S.A. Svizzera - Tutti i diritti riservati]
PUBBLICITÀ