Il MA*GA di Gallarate si prepara ad accogliere la mostra dedicata all’universo creativo di Andy Warhol e alle sue audaci sperimentazioni con i linguaggi della televisione e del cinema.

Nel 2010 la città di Gallarate inaugurò un suo spazio museale dedicato interamente all'arte contemporanea, il MA*GA – Museo d’Arte Gallarate. È proprio nell'inconfondibile edificio a esedra del MA*GA che sarà ospitata dal 22 gennaio al 18 giugno 2023 Andy Warhol. Serial Identity, la grande esposizione antologica dedicata a uno degli artisti imprescindibili del secolo scorso. LA MOSTRA SU ANDY WARHOL A GALLARATE La mostra, curata da Maurizio Vanni e da Emma Zanella, racconterà ai visitatori l'intera l'epopea di Andrew Warhola, figlio di immigrati slovacchi meglio noto con l’ormai celeberrimo nome d’arte Andy Warhol. Saranno esposte oltre 200 opere realizzate dal padre della Pop Art, tra cui numerosi prestiti provenienti da istituzioni internazionali come The Andy Warhol Museum di Pittsburgh o dall’archivio del regista Ronald Nameth. Il percorso espositivo inizia mettendo a confronto i disegni privati dell'artista con i suoi primi bozzetti per la grafica pubblicitaria realizzati negli anni Cinquanta, per poi passare a presentare i grandi classici della sua produzione: saranno presenti serie leggendarie come quella dei Flowers, delle Campbell's Soup, e di Death & Disasters, di cui fa parte anche l'opera White Disaster (White Car Crash 19 Times) recentemente battuta all'asta da Sotheby's New York per 85,4 milioni di dollari, o le rivoluzionarie serigrafie della serie Ladies and Gentlemen. Sono anche presenti i magnetici ritratti di celebrità come Marilyn Monroe, Jacqueline Kennedy o Mao Tsê-tung. ANDY WARHOL FRA CINEMA E PERFORMANCE La parte della mostra dedicata ai film di Andy Warhol sarà particolarmente completa, e vanterà pellicole come lo straordinario Empire del 1964 della durata di oltre otto ore. Una sezione sarà dedicata alla Andy Warhol TV, per la quale furono realizzati gli episodi di Andy Warhol’s Fifteen Minutes, e agli Screen Tests, in cui apparvero Salvador Dalí, Bob Dylan e Lou Reed, nonché alle cover dei dischi musicali realizzate dall'artista di Pittsburgh. Per la prima volta in Italia sarà inoltre esposta la videoinstallazione del fotografo e regista Ronald Nameth nata dalla performance Exploding Plastic Inevitable, messa a punto da Warhol con i Velvet Underground e Nico e presentata con alterne fortune da New York a Los Angeles, da San Francisco a Chicago. La mostra su Andy Warhol del MA*GA si allargherà anche allo scalo aeroportuale di Milano Malpensa: presso la Porta di Milano, infatti, sarà installato un grande video wall dedicato all'Andy Warhol TV, una eccellente vetrina per la mostra organizzata nella vicina Gallarate. [Immagine in apertura: Andy Warhol, Kiss, 1963-64 © The Andy Warhol Museum, Pittsburgh, PA, a museum of Carnegie Institute. All rights reserved. Film still courtesy The Andy Warhol Museum]
PUBBLICITÀ